Mesola e la Torre dell’Abate

“Maledetta ora legale!!!”


Così è iniziata la nostra passeggiata del 27 marzo.
Ci ha tolto qualche compagno che magari potendo dormire qualcosina in più sarebbe venuto, e a noi stoici ha fatto pensare: “Ma chi me lo fa fare?!”


Mesola col suo Castello di cui Fabio non poteva fare a meno, il Grande Fiume su le cui rive abbiamo passeggiato tra Olmi e Pioppi tutti ben in riga per non dispiacere Ale, il Bosco di Lecci e Pini in cui Man non si è perso e non ha disperso la compagnia, fino alla Torre dell’Abate dove la malia di Chiara ha provato a sedurci e infine il rientro col pastore Andrea e le sue capre nere (ma eran davvero capre!?).


Questo e ancora altro col sole che guardandoci da dietro le nuovole, sembrava anche lui non volerne sapere di ora Legale!

Lascia un commento